Storia

Balletto di Roma è un centro di formazione e produzione della danza che accoglie allievi provenienti da tutta Italia, ma non solo, e garantisce loro un percorso accademico di livello professionale. La Compagnia del Balletto di Roma promuove da sempre la produzione e la diffusione della danza d’autore italiana in Europa e nel mondo, con un repertorio attento oggi all’innovazione e alla ricerca, pur mantenendo forte l’attenzione alla storia e alla tradizione che lo hanno reso famoso.

Il Balletto di Roma nasce nel 1960 dal sodalizio artistico tra due icone della danza italiana: Franca Bartolomei, prima ballerina e coreografa dei principali teatri d’Opera italiani ed esteri e Walter Zappolini, dal 1973 al 1988 Direttore della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma.
Nel corso dei suoi 57 anni di vita, il Balletto di Roma ha visto susseguirsi prestigiose collaborazioni e molteplici anime creative, a partire dalla sinergia sviluppata tra il 2001 e il 2007 con Cristina Bozzolini, direttrice artistica del prestigioso Balletto di Toscana. Nuove e originali coreografie firmate da artisti italiani già affermati nel panorama della danza contemporanea di allora hanno segnato l’inizio di un rinnovato percorso artistico già a partire dalla stagione teatrale 2001/2002 e negli anni l’attività produttiva è cresciuta sia in termini di quantità che di qualità delle opere allestite nel corso delle stagioni, con un crescente consenso di pubblico. È per la straordinarietà degli eventi nonché per la notevole richiesta che il Balletto di Roma presenta ogni anno tutto il proprio repertorio, arricchito delle nuove produzioni a serata intera. Nell’ottobre 2012 il Balletto di Roma inaugura una nuova sede in cui confluiscono le esperienze lavorative dei professionisti impiegati nelle numerose produzioni della Compagnia e le attività formative della nuova Scuola del Balletto di Roma diretta da Paola Jorio che, dopo 18 anni alla guida della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, torna a formare i giovani talenti del XXI secolo nella struttura in cui consolidò la propria formazione di danzatrice e docente.

Nel 2015 il Balletto di Roma annuncia un cambiamento importante al vertice artistico della struttura. Il maestro Walter Zappolini lascia la direzione artistica dello storico gruppo e, in linea con il recente rinnovamento organizzativo e produttivo dell’azienda, il general manager Luciano Carratoni affida la guida artistica del Balletto di Roma a Roberto Casarotto, figura tra le più interessanti sull’attuale scena nazionale e internazionale della danza contemporanea. A partire da quel momento il potenziamento della progettualità di ricerca e delle collaborazioni hanno permesso di coniugare al meglio la tradizione con l’innovazione e di sviluppare la presenza della Compagnia in Europa e nel mondo. Nel tempo, il gruppo romano ha costruito un ensamble di elevato livello tecnico e interpretativo producendo un repertorio di alto valore artistico e accogliendo numerosi coreografi, anche molto giovani. L’attività formativa della rinnovata Scuola del Balletto di Roma, allargata con una nuovissima sede completamente dedicata ai KIDS, e del Corso Professionale di Contemporaneo opera con crescente attenzione ai linguaggi coreografici del presente, con uno sguardo all’esercizio del mestiere e alla libera espressione artistica dei giovani danzatori.