Direzione Artistica

Francesca Magnini | Direzione Artistica Francesca Magnini nasce a Roma nel 1983. Dopo una carriera sportiva agonistica nella ginnastica artistica e musicale nel Coro polifonico della Scuola Popolare di Musica di Testaccio è ammessa a frequentare i cosi professionali di formazione in danza classica e contemporanea presso il Balletto di Roma, diretto da Franca Bartolomei e Walter Zappolini, dove conclude gli studi nel 2004. Laureata con lode in Arti e Scienze dello Spettacolo (2006) e in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Teatrale, Cinematografico e Digitale (2009), nel 2013 consegue un Dottorato in Tecnologie digitali e Metodologie di Ricerca per lo Spettacolo presso il Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo dell’Università di Roma “La Sapienza” con una tesi intitolata “Danza e repertorio. Tradizione e trasmissione nella coreografia contemporanea”. Presso il medesimo Dipartimento ha collaborato all’attività didattica delle cattedre di Storia della Danza e del Mimo, Storia del Teatro e dello Spettacolo, Teoria e Pedagogia dell’Attore, Teorie e Tecniche dell’Attore del Prof. Roberto Ciancarelli. Il suo progetto di ricerca dottorale – nato da una stretta collaborazione con l’International Choreographic Arts Center (ICK) di Amsterdam, diretto da Emio Greco e Pieter C. Scholten – ha indagato i meccanismi di trasmissione del repertorio nella coreografia contemporanea ed è confluito in una pubblicazione intitolata: “Inspiration Emio Greco | Pieter C. Scholten. The Multiplicity of Dance” (Artegrafica, Roma, 2015). Membro di AIRDanza, Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza e della CUT, Consulta Universitaria del Teatro, ha preso parte come membro del comitato organizzativo a convegni di studi internazionali, tra cui “Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale” (La Sapienza, Roma, 3-4 dicembre 2015). Ha firmato pubblicazioni su importanti riviste scientifiche di settore, tra cui: Inside Movement Knowledge – LAB#4. Un laboratorio di ricerca per la registrazione e la trasmissione della coreografia contemporanea, in «Biblioteca Teatrale», Bulzoni, Roma, 2009, voll. 91-92, pp. 327-342; Un pensatore del corpo, recensione del libro di Dominique Dupuy, Danzare Oltre. Scritti per la danza, a cura di E.C. Ropa e C. Negro, Macerata, Ephemeria Editrice, 2011, in «L’Indice dei libri del mese», Anno XXIX, n. 5, Mag. 2012, p. 33; Trame di tecniche e stili nelle tradizioni della danza contemporanea. Note su studi e ricerche, in «Danza e Ricerca», Università di Bologna, anno IV, n. 3, 2012, pp. 1-34; Sistemi di trasmissione delle conoscenze nella danza contemporanea: la relazione coreografo-danzatore, in «Teatro e Storia», Bulzoni, Roma, 2013, vol. 34 n.s., pp. 325-357; Seigradi: dancing in a real-virtual environment. Affects and Movement in Santasangre’s work – in «Danza e Ricerca», Università di Bologna, anno IV, n. 5, 2014, pp. 31-53; “Pre-Choreographic Elements”: alla sorgente delle energie corporee e dei materiali di movimento, in V. Di Bernardi e L.G. Monda (a cura di), atti del convegno internazionale Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, vol. 1, nuova collana AIRDanza, Piretti ed. (in corso di pubb.); “Kinkaleri” (I Cenci, West, Everyone Gets Lighter | All!) su www.nuovoteatromadeinitaly.sciami.com, complementare al volume di V. Valentini, Nuovo Teatro Made in Italy (1963-2013), Bulzoni, Roma 2015. Numerosi anche i suoi contributi in rete per riviste e blog come Exibart, Biennale Danza, Teatro e Critica, Alfabeta2, Artribune, oltre agli interventi a convegni e conferenze nel settore di ricerca per la danza e le arti performative, tra cui: Réflexions et hypothèses vers une nouvelle idée d’espace, de temps et de répertoire dans la danse contemporaine, Atelier des doctorants en danse, Cycle «Corps et danse», Le corps sur la scène et hors la scène, Université de Nice Sophia Antipolis, Nice, 24 Giugno 2013. Come danzatrice, dal 2007 al 2010 lavora nella compagnia Metis diretta da Gloria Pomardi, nell’ambito del progetto di danza contemporanea e movimento scenico “La Sapienza… Danza”, con cui realizza diversi spettacoli e un cortometraggio, “Il pavone danzante” (Italia, 2007, 16’), con la regia Marco Mattolini, proiettato in anteprima al Roma Film Festival 2007. Nel luglio 2017 consegue a Parigi la prima certificazione per l’insegnamento della tecnica Floor-Barre®, della Zena Rommett Floor-Barre Foundation (NY), che insegna presso il Balletto di Roma dopo aver ideato una nuova sezione ‘Benessere’ per un pubblico adulto. Nell’anno 2016/2017 collabora con Balletto di Roma con un ruolo di supporto ai processi culturali e di comunicazione legati all’attività della Scuola diretta da Paola Jorio, del Corso professionale di Contemporaneo e della Compagnia, sotto la direzione artistica di Roberto Casarotto. Per l’anno accademico 2018 è Docente a contratto di Archivi e Musei Digitali per lo Spettacolo dal vivo alla Laurea Magistrale (LM-65) del Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo de La Sapienza, Università di Roma.
Entra inoltre al 1° posto in graduatoria d’istituto (triennio 2018-2020) per idonei all’insegnamento nel campo disciplinare di Teoria della Danza (settore ADTS/02) presso l’Accademia Nazionale di Danza (Roma).